Le migliori Gelaterie di Milano

Le migliori gelaterie di Milano per la guida del Gambero Rosso

Le migliori gelaterie di Milano

Secondo voi qual’è la gelateria che prepara il gelato più buono di Milano? Per il Gambero Rosso ecco quali sono le migliori di Milano

Il riconoscimento massimo, come sempre, sono stati gli ambitissimi tre coni, che simboleggiano l’eccellenza per gli artigiani del freddo. Tra i 4 nuovi ingressi nella guida con il massimo dei voti uno è proprio milanese: si tratta di “Crema”, che può vantare su “un nome conosciuto nella gelateria romana, Claudio Torcé, che ha messo a disposizione tutta la sua esperienza per un nuovo progetto con Giorgio Bulgari, imprenditore dal cognome importante.La prima gelateria è stata un successo – assicurano dal gambero rosso – e ora si continua a lavorare per esportare il brand appena nato”.

Accanto alla new entry, però, ci sono anche altre cinque gelaterie – per un totale di sei a Milano – che hanno portato a casa i tre coni. Ecco tutti i locali premiati dal Gambero rosso sotto la Madonnina: 

Artico

Milano, via Luigi Porro Lambertenghi 15

Artico rappresenta la nuova concezione del gelato artigianale. Forti dell’esperienza trentennale di eccellenti maestri gelatieri, ci orientiamo continuamente verso la ricerca e sperimentazione di nuovi equilibri tra profumi e sapori, per trasformare la tradizione in arte ed offrire ogni giorno un’esperienza di gusto unica e irripetibile.

Scegliamo con cura i nostri fornitori garantendo la massima qualità delle materie prime e selezioniamo attentamente gli ingredienti alla base del nostro gelato, sempre fresco di giornata, naturale e genuino perché privo di coloranti, grassi idrogenati o aromi di sintesi. Con passione ed impegno ogni giorno ci poniamo l’obiettivo di “creare” un gelato d’eccellenza.

Ciacco 

Milano, via Spadari 13

Ciacco Lab è una gelateria artigianale fortemente radicata nel territorio: creiamo connessioni con i produttori locali e valorizziamo le materie tipiche della tradizione lombarda e di quella emiliana. Ciacco Lab è anche laboratorio sperimentale, sempre in fermento: ci piace sperimentare con gli ingredienti per offrirvi abbinamenti sani, golosi e sempre innovativi.

Crema 

Milano, via Giovanni da Procida 29

Grande importanza al contenitore, sì, ma anche al contenuto. Crema si avvale di un grande artigiano dell’arte fredda, Claudio Torcè (che ormai da anni viene premiato con i Tre Coni nella nostra guida Gelaterie d’Italia), per creare dei gelati buoni e al tempo stesso privi di lattosio e gluten free. “Il focus sarà sulle creme, da qui il nome della gelateria, e ci saranno una cinquantina di gusti tra cui una ventina di proposte dedicate al cioccolato, in versione sorbetto e in versione gelato. Poi svilupperemo dei gusti speciali fatti con materie prime di nicchia”. Il costo sarà in linea con i gelati di qualità, dai 3,5 euro per due palline ai 5 euro per tre gusti.

Lo Gnomo Gelato

Milano, via Francesco Cherubini 3

L’anima di GnomoGelato è composta da un trio: Andrea Bistaffa, Francesca Acquaviva e Marco Summonte.

GnomoGelato nasce nel 2005 ed è stato un percorso di crescita professionale, ma anche personale, per ognuno di noi!

Siamo tre gelatieri e collaboriamo quotidianamente unendo passione, impegno e creatività per dispensare dolcezza ai nostri clienti!

Paganelli 

Milano, via Adda 3

Una gelateria di famiglia (oggi portata avanti da Francesco Paganelli) che conserva l’atmosfera d’altri tempi ed esprime, nel prodotto, tutti i progressi del mondo del gelato, da allora fino a oggi. Tra gli assaggi più azzardati, ci sono i sorbetti ai vini o i salati come, ad esempio, quello al riso e zafferano o alla crema al basilico. Poi il gelato arancia e zafferano e le diverse proposte alle spezie. Una su tutte: il cioccolato venezuelano aromatizzato al caffè, anice stellato e cardamomo. Da non perdere le granite: tra le più gustose quelle alla mandorla, al caffè e al lampone.

Pavé

Milano, via Casati 27 – via Della Commenda 25 e via Cesare Battisti

Del locale ‘madre’ ritornano i colori e le atmosfere, seppure in versione ‘mini’: non ci sono posti a sedere – se non quattro sedili – e certamente il locale in Porta Venezia è più curato – almeno per ora. Ma in gelateria non si deve fare salotto, ma gustare un buon gelato. E allora ecco com’è.

La carta dei gusti non è lunghissima (meglio, perché diffido sempre delle duemila varianti, tra cui il puffo e il variegato!) ma ben strutturata. Tra i gelati ci sono i grandi classici (vaniglianocciolacioccolatopistacchio) e altri gusti più particolari: la sbrisolona, latarte tatin (l’ho assaggiata, è deliziosa), il pane burro & marmellata (la loro 160, che nell’altro negozio farcisce le brioche e che è una confettura di albicocche “al 160%), la tonka e il caffè e cardamomo.

Tra i sorbetti campeggiano la nocciolafragolakiwilimone e ananas rucola e lime. Infine, ci sono le granite (al caffè, alla mandorla e agli agrumi di Sicilia).

Se vi è piaciuto l’articolo “Le migliori gelaterie di Milano”, scopri le altre gelaterie di Milano.

Etown Company Srl
Cap. Soc. € 15.000,00
p.i./c.f. 10428070964

Contatti

Corso Buenos Aires 22, 20124 Milano

I nostri canali

© 2019 eventimilano.it. All Rights Reserved.